Sabato 6 Dicembre

Dalle ore 21:15 – Museo dinamico del Laterizio e delle Terrecotte

Miraggi

Le sale del Museo come vasi comunicanti: un viaggio itinerante di musica e immagini, sospeso fra elettronica e onirico cinematografico, suoni arcaici e flussi di pixel.

Miraggi-5

Sala Vallerani del Museo

Shapes #fcfcfc

Shapes #fcfcfc è l’avvolgente ricostruzione di un ambiente attraverso un fl usso di elementi sonori e grafici.
Mattia De Virgiliis: laptop, tastiere, giradischi
Leonardo Pellegrino: laptop
Alessandro Biscarini: laptop.


 

miraggi 3

Sala dell’Affresco

Déjà vu Méliès

Il surrealismo naïf dei film di G. Méliès e la sperimentazione musicale contemporanea a dialogo: il dato visivo all’interno di una costellazione uditiva.
Manuele Morbidini: sassofono
Federico Ortica: live electronics
Immagini video a cura di Giulia Rossi.


 

miraggi 4

Sala Marinacci

Panhandler’s Beat

Il suono dell’hang drum fa da contrappunto a un flusso di immagini sul senso arcano di antichi riti, sull’imponenza della natura, sul battito della vita dell’uomo e della terra, sul ritmo del divenire.
David Hauser: hang drum
Immagini video a cura di Giulia Rossi.


 

Miraggi 1

Sala del Camino

Gianfranco De Franco: Slow Trip

“…ci trasporterà con i suoi suoni in un viaggio onirico in bilico tra “metal” e new age, costruendo un’immaginaria colonna sonora che infi schiandosene dei confi ni tra stili e generi attraversa la più bucolica new age come il più stridente metalindustrial…”. Gigi Razete – Repubblica.


 

miraggi 2

Sala Vallerani

Elektrobunker: The sound of dreams

Paesaggi dell’onirico: suoni da vedere e immagini da ascoltare.
Cristiano Peverini: drum, synth
Gianluca Rapastella: synth
Marco Mancini: software, synth, bass
Immagini video a cura di Luca Ferretti
Dipinti di Diego Strappaghetti.