Domenica 7 Dicembre

podio 2

Dalle ore 17:30 – Sala Vallerani del Museo

Premiazione dei vincitori della VII edizione del “Premio Creatività Città di Marsciano”

Un momento di valorizzazione dei giovani talenti artistici italiani e di facilitazione del loro protagonismo.

Intervengono:
L’Assessore alla Cultura Valentina Bonomi
Il Presidente della Cooperativa Onda Angelo Moretti
Il Presidente dell’Associazione di promozione sociale
MAGMA Fabrizio Santoni
Il Presidente di giuria Andrea Baffoni.

 


asta asta corretto

Ore 19 – Sala Vallerani del Museo

Melodie e ritmi dal mondo

Gruppo Asta Asta
“Asta Asta”, vale a dire “piano piano” in bengalese, è un trio di recente formazione. La musica che presenta spazia da quella celtica a quella sudamericana senza rinunciare ad altri generi musicali quali, ad esempio, la musica da film.
Caterina Laura: violino
Mohan Testi: arpa
Andrea Ceccaroli Menga: percussioni.

 


 

Dalle ore 21:30 – Museo di Marsciano

InItinere Maratona teatrale

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Zorro
Associazione teatrale Miniteatrò
Direzione e messa in scena di Claudio Massimo Paternò
Per i Miniteatrò Zorro è un eroe contemporaneo che porta con sé temi di stretta attualità come il bene comune, la giustizia, la salvaguardia della comunità locale, il rispetto della cultura e della diversità. La scrittura scenica dei Miniteatrò sottolinea l’attualità di questo eroe, la sua vicinanza.

 

Vacalebre

Ho ammazzato Peppa Pig
Compagnia NADAL
Sceneggiatura di Giorgio Gagliardoni
Con Natale Vacalebre
Un padre esasperato deve riprendere il controllo sulla televisione monopolizzata dal figlio. Come fare? Semplice, facendo fuori il suo più mortale nemico: Peppa Pig. Uno spettacolo in bilico fra humour, noir, fantasy e grottesco.

 

teatro cerquosino

Il caso non esiste
Casa Laboratorio Il Cerquosino
Sceneggiatura di Elena Dojmi di Delupis
Il Caso Non Esiste è uno spettacolo di Labyrinth Theatre: utilizza in itinere l’ambiente dove viene proposto, in questo caso il Museo di Marsciano.
E’ itinerante, gioca con i sensi, stupisce ed entra in contatto con lo spettatore – camminante attraverso esperienze sensoriali, uditive, tattili, olfattive, visive e gustative.
Il visitatore è portato lontano da percezioni ordinarie, legate alla vita di tutti i giorni, e attraverso diversi dispositivi (un panno colorato, gli occhi bendati) viene accompagnato in un racconto, dove ritmi e sensi sono volutamente disorientati per una diversa comunicazione e scoperta di sé.